Eventi


festaeuropacittascienzaSulle note dell’inno alla Gioia di Beethoven, si è aperta ieri la Festa dell’Europa 2009 nella sede della Città della Scienza di Napoli. In linea con lo European Year of Creativity and Innovation (EYCI), il tema di quest’anno è ispirato ai temi della Creatività e dell’Innovazione. Creare per sviluppare le competenze individuali, imprenditoriali e sociali ed innovare per favorire il benessere della collettività. L’evento, dall’alto valore simbolico e culturale, prevede dibattiti, confronti e scambi di idee con largo spazio alla voce dei giovani. I giovani del Mezzogiorno, del Mediterraneo e dell’Europa, protagonisti, nonché elettori chiamati a votare i loro rappresentanti al Parlamento Europeo il prossimo giugno. In vista di questo appuntamento elettorale, studenti delle scuole superiori ed universitari hanno incontrato ieri i rappresentanti delle istituzioni Europee per discutere varie proposte di respiro europeo in materia di Ambiente, Immigrazione, Cultura ed istruzione, Ricerca ed Innovazione, Politica estera e diritti umani.

Nell’ambito della Festa, la Scienza avrà naturalmente il suo spazio, supportata dal binomio di riferimento Scienza e Creatività, prescelto dall’Europa nel corso del 2009. Alcuni scienziati affronteranno e si confronteranno con il pubblico in merito agli aspetti creativi della scienza. Attesa è anche la sezione intitolata “Assaggi di scienza”, dedicata ai bambini, che potranno dare libero sfogo alla loro fantasia nei laboratori allestiti per l’occasione.

festival-scienze

Scienziati e filosofi a confronto in conferenze e lezioni. Ma anche concerti e giochi. Da giovedi 15 fino a domenica 18 all’Auditorium Parco della musica di Roma ospita il festival delle scienze. Questa quarta edizione è dedicata all’Universo, in occasione dell’Anno internazionale dell’Astronomia che celebra i quattro secoli trascorsi dalle prime osservazioni di Galileo Galilei.

Il programma del festival prevede conferenze, lezioni magistrali, aperitivi scientifici, exhibit e concerti serali. Parteciperanno fisici, astrofisici, astronomi, filosofi ed esploratori spaziali di fama internazionale come George Smoot, Leonard Susskind, Margherita Hack, Scott Hubbard, Jean Pierre Luminet, Alexander Vilenkin, David Kaiser e Max Tegmark.

Tra gli altri eventi più spettacolari, il concerto dell’Helicopter String Quartet di Karlheinz Stockhausen, che sarà eseguito a bordo di elicotteri dai cieli di Roma da un quartetto di archi, e trasmesso all’Auditorium (domenica 18 alle ore 11). E tra quelli più divertenti “Bræinstein”, un gioco in cui quattro squadre di visitatori si sfideranno, a suon di quiz e parole-tabù, su Albert Einstein e sulla sua visione dell’Universo (sabato 17 dalle ore 22.00 alle 2.00). Infine, il curioso Star Trek Party: musica elettronica, jazz e filmati della famosa serie televisiva (sabato 17 dalle ore 22.30).

Fonte: Galileo

Bicocca per la formazione 2008. Un progetto per Milano e la Lombardia con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia. Edificio U6 – Università di Milano-Bicocca – Piazza dell’Ateneo Nuovo, 1 – Milano – 9 e 10 ottobre 2008

Il Convegno nasce dalla volontà di dare rilievo alla concomitanza di diverse ricorrenze, quali il Decennale della fondazione dell’Università di Milano-Bicocca, il 60° Anniversario della Costituzione Italiana, il 60° Anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. Aperto a tutte le Facoltà dell’Ateneo e al territorio circostante, il Convegno intende proporre una riflessione pubblica intorno al tema cruciale del rapporto tra democrazia e conoscenza, una questione assolutamente centrale per un’istituzione quale l’Università che ha, come suo compito primario, quello della formazione delle giovani generazioni verso l’ambito delle professioni. I lavori si articoleranno in sessioni plenarie e sessioni parallele, ponendo una serie di interrogativi sul significato di democrazia, sul rapporto che l’Università può istituire tra democrazia e conoscenza, sul modo in cui l’Università può proporre una formazione all’insegna della democrazia e della conoscenza e come effettivo dialogo tra promozione culturale ed esigenze e diritti dei giovani e della cittadinanza. Le due giornate del Convegno intendono coinvolgere gli studenti, gli insegnanti, gli operatori sociali e sanitari, i professionisti di Milano e della Lombardia, gli abitanti di Milano e avvicinarli alla vita e alle proposte formative e culturali dell’Università di Milano-Bicocca.

Tra le sessioni, giovedì 9 ottobre alle ore 14, quella coordinata dal filosofo della scienza Telmo Pievani su ‘Scienza e Democrazia’, a cui parteciperanno Dario Narducci, Pietro Greco, Sylvie Coyaud, Andrea Cerroni, Enrico Bellone, Mario Cingoli.

 

 

 

 

 

In questi giorni, dal 16 al 18 maggio, la città di Lecce ospita la prima edizione del Festival dell’energia, manifestazione sostenuta dal Comune, dalla Provincia e dalla Regione Puglia.

Parlare di energia oggi è diventata una esigenza oltre che una necessità. Giornali e televisione ci propongono quotidianamente questioni e aspetti legati al futuro energetico del nostro pianeta: non ci è più consentito ignorarli. Per questo i cittadini devono sentirsi chiamati a farsi una opinione su cosa sia l’energia oggi e cosa significhi occuparsi di energia in questo millenio.

Il Festival dell’energia si propone di divulgare una informazione corretta su tematiche come il global warming e i cambiamenti climatici, il nucleare, il divario energetico tra Nord e Sud del mondo o le fonti di energia rinnovabili. Il percorso divulgativo prevede mostre interattive, laboratori, giochi, proeizioni cinematografiche, seminari e dibattiti. L’intento è quello di avvicinarsi ad un pubblico eterogeneo in maniera diretta e creare un dialogo con gli esperti del settore. Il tutto in una cornice inusuale rappresentata dalle strade e dai luoghi della città. 

Si tratta di un vero e proprio happening scientifico organizzato dalla Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali dell’Università di Roma Tor Vergata. Nei giorni dal 5 al 16 maggio ragazzi delle scuole elementari (quarta e quinta) e superiori potranno assistere ad esperimenti di laboratorio nella cornice verde del campus romano. Una serie di ‘postazioni’ a tema saranno allestite secondo la logica di un percorso scientifico reale. Ogni postazione sarà gestita da docenti universitari coadiuvati da giovani dottori. Ad intervalli di trenta minuti, saranno mostrati ciclicamente dei classici esperimenti di laboratorio. Evoluzione, matematica, onde e suono, acqua, polimeri e plastica, alcuni dei temi che verranno affrontati nell’ambito dell’iniziativa. L’ingresso ha un costo simbolico: 1,50 euro.

L’evento del picnic della scienza è stato ideato da Roberto Mancini dell’Associazione culturale “Il Globetto” (www.globetto.it).